Pelle con pelle, conosci la fascia portabebè?

Il contatto pelle con pelle tra la mamma/babbo e il bambino è stato stabilito di forma sistematica dal 1979 come forma di cura per i bambini prematuri.
Si basa nel metodo della “Madre Canguro” che consisteva nel collocare il piccolo appena nato pelle con pelle con la sua mamma quasi 24 ore al giorno.
I risultati sono stati fondamentali per quanto riguarda l’aumento della sopravvivenza e la diminuzione della morbilità e dei costi ospedalieri.

Il contatto pelle con pelle suppone una continuità con l’utero materno dove il feto si trovava in un ambiente termico, annusando sua mamma, sentendo la sua voce e il battito del suo cuore.
Tra tutti i mammiferi del mondo siamo la specie più immatura e i bambini hanno bisogno di svezzamento, accudimento e extragestazione durante molti mesi.

Calore, amore, alimento, interazione

È fondamentale che la mamma faccia quello che sente migliore per se stessa sia per quanto riguarda l’allattamento, che qualsiasi altra scelta, ma sempre con la informazione scientifica e clinica alla mano.

Informare le mamme prima e dopo il parto riguardo all’importanza del pelle con pelle è fondamentale, sia per quanto riguarda il contatto immediato subito dopo il parto che anche il contatto con il bambino fino a quanto non sarà indipendente.

Esattamente si parla di Pelle con pelle:

  1. Immediato : appena il bambino nasce
  2. Precoce: nella prima mezz’ora di vita
  3. Contatto pelle con pelle continuo

Durante il parto si produce una scarica di noradrenalina che attiva il bebè e lo mantiene attivo durante 2 ore durante il chiamato “il periodo sensibile o sensitivo” , questo periodo di riconoscimento predispone le mamme e i bambini per sviluppare atteggiamenti di interazione sincronica e reciproca, se stanno insieme e con un intimo contatto.

Molte volte il bambino tarda più di una (in maniera approssimativa dai 55-70 minuti) ora nell’attaccarsi al petto, la cosa migliore è che ci provi da solo. Lasciare libero movimento al bebè e facilitare il pelle con pelle lo aiuta nell’attaccarsi spontaneamente.

Inoltre, diminuisce i livelli di stress nel bebè, facilita la regolazione termica e diminuisce così il consumo energetico diminuendo il rischio di ipoglicemia e migliorando la adattazione metabolica, si colonizza dei batteri della madre rafforzando la propria flora e migliora inoltre la capacità cardiorespiratoria. Diminuisce il tempo del pianto, favorisce e stabilisce il vincolo, favorisce l’attaccamento corretto al petto (63% rispetto al 20,5%), diminuisce l’ansia materna, diminuisce il dolore per ingurgitazione mammaria, aumenta la frequenza e la durata dell’allattamento materno.

Da Amasia puoi trovare i meravigliosi fulars portabebè di Martha Peach per realizzare quotidianamente il tuo pelle con pelle con il bambino, mentre metti a posto casa o fai una bella passeggiata.

Sono Realizzati nel lussuoso tessuto Lenzing Modal®, un tessuto setoso al tatto, più resistente del cotone, e super elastico. Super comodo per il bebè e per la persona che lo porta.

  • 100% Lenzing Modal®, una fibra estratta dal legno di faggio dei boschi austriaci
  • Ecofriendly
  • Certificazione OEKO- TEX®
  • Tatto Leggero e setoso
  • Traspirabili

Un Sabato al mese organizziamo ad Amasia “Il caffè delle Mamme”, un caffè insieme con altre mamme dove chiacchieriamo riguardo a pavimento pelvico, parto, post parto, cicatrici, dolore, sessualità e proviamo insieme ad utilizzare il portabebè.

Chiamaci o vieni a trovarci per ricevere informazioni sulle date mensili.

Amasia vi ringrazia per la splendida stagione 2022!

Adesso ci prendiamo un po’ di riposo così da ricaricare le batterie ed essere pronti per il prossimo anno.

Vi aspettiamo tutti a partire da Marzo 2023.

Grazie per la fiducia che ci avete accordato, a presto!